Non giudicare

Anche Greg Lake se ne è andato. Voce, chitarra e basso della storica band di rock progressive degli Emerson, Lake & Palmer.

Nato sulle ampie spiagge sassose del Sud dell’Inghilterra,  nel 1968 diventa amico di Robert Fripp con il quale fonda i King Crimson, da cui si separa già nel 1970, nonostante il successo del primo album del gruppo.

Musicalmente è riuscito sempre a creare un’amalgama magica capace di mescolare in temi melodici da ballad, radici antiche della musica classica e i nuovi influssi ipnotici dell’elettronica. Autore di invenzioni sonore magnetiche, innovative e seducenti, come quella che si può ascoltare nel brano The endless enigma che inizia con un trillo quasi extraterrestre che il musicista crea pizzicando e distorcendo il suono delle corde del suo basso.

Recentemente si era espresso così: “il rock è finito. Il nostro faro-guida era la bellezza. Esattamente l’opposto dei nostri giorni, che hanno dimenticato che cosa sia la parola ‘artigiano’. Molti produttori non hanno idea di cosa sia la musica. Imparano qualche trucco da studio d’incisione e si lanciano su Internet”.

Parole sante, attuali e vere.

Non mi resta che lasciarvi con il brano From the beginning, traccia immortale e immancabile nella mia playlist ideale.

Il senso di questo brano, a una prima lettura, sembra abbastanza evidente: una scusa, un lamento. Io, però, ci ho sempre letto qualcosa di più profondo al di là della dinamica di coppia sulla quale, apparentemente, si incentra il testo. Il messaggio tra le righe è di non giudicare le persone o il loro comportamento se non sappiamo cosa è accaduto fin dall’inizio, se non conosciamo tutta la loro storia, e le diverse sfumature che possono aver generato certe azioni o comportamenti.

Il testo e la traduzione di From The Beginning (Fin dal’inizio)

There might have been things I missed – Potrebbero esserci cose che ho perso
But don’t be unkind – Ma non essere cattiva
It don’t mean I’m blind – Non significa che sia cieco
Perhaps there’s a thing or two – Perchè ci sono una cosa o due

I think of lying in bed – Penso di stare disteso a letto
I shouldn’t have said – Non avrei dovuto dirlo
But there it is – Ma è così…

You see it’s all clear – Vedi è tutto chiaro
You were meant to be here – Era destino che fossi qui
From the beginning – Fin dall’inizio

Maybe I might have changed – Forse avrei dovuto cambiare
And not been so cruel – E non essere così crudele
Not been such a fool – Non aver fatto lo stupito
Whatever was done is done – ma ciò che è fatto è fatto
I just can’t recall – Io proprio non riesco a ricordare
It doesn’t matter at all – Non importa ormai

You see it’s all clear – Vedi è tutto chiaro
You were meant to be here – Era destino che fossi qui
From the beginning – Fin dall’inizio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...