blues in bianco

Allison Mose è un mito per molti. Jack Bruce disse di ammirarlo profondamente perché fu lui a fargli intravedere la possibilità di suonare del vero blues pur essendo bianco.
Che Mose abbia i “diavoli blu” nell’anima, non c’è dubbio. La sua infanzia è un’infanzia da nero. Il trombettista, pianista e compositore del Mississippi, dall’ironica vena letteraria, non ha mai “rubato” il blues essendo un autentico “white southerner”, un bianco degli Stati del Sud. Originario di Tippo, Mississippi, è diventato un’icona per molti. Da Tom Waits a Jack Bruce, dagli Who (che per il loro brano ‘My Generation’ si ispirarono a ‘Young Man Blues’ di Mose), fino a Elvis Costello. Tutti ricordano ed ammirano questo uomo del Delta, capace di creare un suo personalissimo impasto sonoro tra jazz e blues.

Famoso il riarrangiamento del brano “Parchman Farm” che Mose prende da Bukka White. Parchman Farm, la famosa prigione piantagione del Mississippi, dove i detenuti sono impegnati nelle piantagioni di cotone che circondano la prigione stessa. Un carcere molto duro. Una pena lì ti cambia per sempre. Una prigione fuori dalle più basilari regole civili, dove i trusty, i detenuti fidati, erano scelti per controllare gli altri. Il ruolo più prestigioso era quello dei trusty shooter, che controllavano il lavoro nei campi, armati di fucile. Eppure Mose riesce, nel testo e nell’arrangiamento, ad infondere una perversa gioia tanto che il brano divenne una hit ballabile. Un’ironia malinconica pervade l’ascoltatore, qualcosa che sembra fuori posto ma che denota l’abilità di Mose non solo come musicista ma anche come raffinato letterato.

Interessante, a tal proposito, questo video documentario.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...