Aspettando il sole

“Voglio scrivere un pezzo che sia pura espressione di gioia, come la celebrazione del sorgere del sole o l’arrivo della primavera o di una felicità senza limiti.”

Così si espresse Jim Morrison. Voleva, evidentemente, abbandonare i toni cupi delle sue composizioni.
La sua Los Angeles non era mai stata la città solare cantata dai Beach Boys. Più che una “land of the sun”, di spiagge e surfisti, nelle sue composizioni la città appare sempre e solo al calare delle tenebre. Una città fatta di locali, insegne colorate e luce artificiale. Ecco allora che anche un vampiro come lui improvvisamente sente il bisogno della luce naturale. La brama, la desidera. Non c’è da meravigliarsi: ognuno di noi aspetta il mattino, dopo una lunga notte. Un messaggio simbolico e profondo quello di Jim. Tutto prende avvio all’alba. Ecco arrivare dall’Est (direzione che richiama l’Eden biblico) i primi bagliori di luce. Arriva la speranza e con essa l’aspettativa che dopo i primi bagliori, il sole sia così forte e caldo da mantenere viva la nuova linfa vitale acquisita.

Il mondo ha bisogno di luce e di risposte. Jim invoca la sua preghiera direttamente al Sole. Perché tutto sembra andare così male? Povertà, guerre, miseria, sofferenza… solo il Sole può dargli le risposte, Lui che regola tutto, dalla vita alla morte. Jim, come tutti noi, attende di essere svegliato, cerca una spiegazione alla disillusione universale, nella quale tutti ci troviamo precipitati, che trasforma velocemente i sogni in incubi.
Jim non riceve le risposte che cercava. Il mistero della vita deve forse rimanere un mistero. Davanti alla cruda realtà, alla fine, non può che rassegnarsi. L’ultima frase racchiude il suo scoramento e la sua impotenza:

This is the strangest life I’ve ever known.

Parla di questa vita… come se ne avesse viste e vissute altre. Forse è proprio così che è andata.

TESTO

At first flash of Eden we raced down to the sea,
Standing there on freedom shore.
Waiting for the sun, waiting for the sun,
Waiting for the sun.

Can’t you feel it, now that spring has come;
That it’s time to live in the scattered sun.
Waiting for the sun, waiting for the sun,
Waiting for the sun, waiting for the sun.

Waiting, waiting, waiting, waiting,
Waiting for you to come along,
Waiting for you to hear my song,
Waiting for you to come along,
Waiting for you to tell me what went wrong.
This is the strangest life I’ve ever known.

TRADUZIONE

Al primo riflesso dell’Eden ci precipitammo al mare
A sederci sulle spiagge della libertà.
Aspettando il sole, aspettando il sole,
Aspettando il sole.

Non vedi che è arrivata la primavera,
E’ questo il momento di vivere nel sole che si spande.
Aspettando il sole, aspettando il sole,
Aspettando il sole, aspettando il sole.

Aspettando, aspettando, aspettando, aspettando
Aspettando che tu arrivi tra noi
Aspettando che tu ascolti la mia canzone
Aspettando che tu arrivi
Aspettando che tu mi dica cosa c’è stato di sbagliato
Questa è la vita più strana che io abbia mai conosciuto

Waiting For The Sun

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...