Geni italiani

La prima chitarra elettrica fu concepita e realizzata in Italia.

Avete letto bene. Non fu inventata da Leo Fender nel 1948 (come tutti, appassionati e non, abbiamo letto su libri e riviste), ma da Valentino Airoldi, di Galliate, nel 1937.

Non ci credete? Eppure esistono le prove.

Basta leggere la didascalia della foto sgranata che lo ritrae assieme alla sua invenzione sulle pagine de “Il Popolo – Gazzetta della Sera” del 29/30 settembre 1937.

das

Ma chi era questo sconosciuto genio italiano?

Valentino Airoldi era un tecnico della Stipel (Società telefonica interregionale piemontese e lombarda) che nel tempo libero amava suonare con gli amici e che, proprio come i suoi colleghi americani, aveva il problema di far sentire la sua chitarra in mezzo agli altri strumenti. Decise così di applicare alla musica la sua competenza in fatto di telefonia e trasmissione del suono. Usando dei comuni ricevitori telefonici costruì un meccanismo fatto da due calamite e due bobine, poi lo sistemò sul manico di una chitarra alla quale aveva tolto la cassa armonica e allacciò il tutto alla presa “Phono” della radio. Il suono delle corde usciva forte e chiaro dall’altoparlante della radio. Era nata la chitarra elettrica.

Un’invenzione semplice e geniale come solo le grandi invenzioni sanno essere. Airoldi, però, non aveva alle spalle un’azienda produttrice di strumenti musicali, né, tantomeno, la scaltrezza e spregiudicatezza affaristica che oltreoceano evidentemente avevano.

Per farla breve, Airoldi non brevettò la sua invenzione e non prese contatti con i fabbricanti di strumenti musicali, così la sua chitarra rimase una curiosità da condividere con gli amici, un passatempo al quale dedicarsi nel tempo libero. E così, mentre il nome di Fender ascendeva all’Olimpo della musica, quello di Airoldi fu consegnato all’oblio.

Pensate… se la storia avesse reso giustizia all’ingegnere piemontese, oggi parleremmo della Airoldi bianca di Hendrix o della Airoldi Sunburst di Jimmy Page.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...