Babe I’m Gonna Leave You

 

Una canzone intramontabile, straziante nella sua disperazione.

Sono state date molte interpretazioni sul significato profondo della canzone… contrastanti, surreali… insolite. Io ho la mia personale idea.

 

“Babe, babe, babe. Sto per lasciarti. Babe tu sai che sto per lasciarti. Ti lascerò quando l’estate… Quando l’estate ci avvolgerà. Quando l’estate verrà.” Questi versi canta Robert Plant e noi non possiamo che immergerci nella sua dolorosa ma inevitabile scelta. Mai sentita una voce urlare più amore e disperazione e struggimento per un distacco.

Ogni volta che la sento mi vengono i brividi, e una commozione intensa.

Sconvolgente . Triste. Vera.

Ma di quale distacco parliamo?

Ecco il testo con alcuni miei commenti per meglio comprendere alcuni passaggi.

Babe I’m Gonna Leave You

Babe, baby, baby, I’m going to Leave You
I said baby, you know I’m going to leave you
I’ll leave you when the summertime
Leave you when the summer comes a-rolling
Leave you when the summer comes along

Babe, babe, I don’t want to leave you
I ain’t joking woman, I got to ramble
Oh, yeah, baby, baby, I believing
We really got to ramble
(“Ramble” significa girovagare per piacere nella natura. I Led Zeppelin dedicheranno un’intera canzone “Ramble On” a questa attività. Un richiamo al Creato non così insolito se pensiamo all’interpretazione finale che personalmente sento di dare a questa canzone)

I can hear it calling me the way it used to do
I can hear it calling me back home!

Babe…I’m going to leave you
Oh, babe, you know, I’ve really got to leave you
Oh I can hear it calling ‘me
I said don’t you hear it calling me the way it used to do?

(Si sente chiamare da qualcosa che non riesce a definire ma che lo cerca con insistenza.)

I know I never never never going to leave your babe
But I got to go away from this place

(Lei non abbandonerà mai la sua mente e lui sa che non potrà smettere di pensarla. Ma lui ha bisogno di allontanarsi non tanto da lei ma da quello che lo circonda ogni giorno, da quel posto “from this place)

 

E quale può essere questa scappatoia, questa uscita se non il suicidio?

Canta su come deve lasciare non solo questa ragazza… ma su come può andare via da quel posto ” perché si sente chiamato, qualcuno gli sta dicendo di tornare a casa. “I can hear it calling me the way it used to do. I can hear it calling me back home!” La casa è una metafora molto comune per il cielo.

Guardate questi ultimi versi… quando dice che “un giorno“, le cose torneranno al posto giustoTorneranno a essere insieme e insieme attraverseranno il parco ogni giorno. “It feels good to have you back again. And I know that one day baby, it’s really going to grow, yes it is. We going to go walking through the park every day.”

Cos’è questo parco se non il paradiso dove si ritroveranno un giorno?

Interpretando in questo modo è evidente che la necessità di andare via sia legata a un suo momento di depressione, di stanchezza psicologica che lo sta portando al suicidio.

I’ve got to quit you, yeah
Babe, ooh don’t you hear it calling me?
Woman, woman, I know, I know
It feels good to have you back again
And I know that one day baby, it’s really going to grow, yes it is
We going to go walking through the park every day
Come what may, every day

It was really, really good
You made me happy every single day
But now… I’ve got to go away!

Babe, babe, babe, babe
That’s when it’s calling me
I said that’s when it’s calling me back home

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...